SergioFloccari.it

THE OFFICIAL WEBSITE

Gol partita del “Barbera”

Floccari, dalla valigia in mano al gol partita del “Barbera”

Da giocatore con la valigia in mano, ad un passo o forse più dal Cesena, ad uomo della provvidenza, autentico trascinatore e match-winner a Palermo: Sergio Floccari è l’uomo copertina in casa...

Da giocatore con la valigia in mano, ad un passo o forse più dal Cesena, ad uomo della provvidenza, autentico trascinatore e match-winner a Palermo: Sergio Floccari è l’uomo copertina in casa neroverde, una “vecchia novità” che ha reso ancora più felice questo avvio di stagione. Cambiano gli interpreti, non la musica, nel Sassuolo che da sorpresa si sta trasformando in realtà sempre più solida della serie A, e l’attaccante di Vibo Valentia, che il 12 novembre spegnerà 34 candeline, è l’ultimo a confermare quella che non è più un’eccezione, ma la regola. Strano il destino, se si pensa che in estate sembrava non rientrare più nei piani del Sassuolo: non tanto per una valutazione tecnica, quanto per la sovrabbondanza nel reparto offensivo. Così Floccari, il giocatore più esperto del parco attaccanti, proprio per questioni anagrafiche oltre che per le tante richieste di mercato sembrava essere giunto al passo d’addio. Anzi, lo era, perché la cessione al Cesena è sfumata l’ultimo giorno di mercato, quando i romagnoli non sono riusciti a sfoltire la propria rosa. Floccari non ne ha fatto un dramma, anzi, sin dal ritiro ha continuato ad allenarsi concentrato solo sul Sassuolo, con maturità, saggezza e la consapevolezza che grazie al lavoro quotidiano avrebbe potuto essere ancora importante per la causa neroverde. Così, complice il turnover da turno infrasettimanale di campionato, l’attaccante calabrese ha trovato la sua prima maglia da titolare dopo essere già subentrato nel corso della sfida con l’Atalanta, regalando al Sassuolo il ritorno al successo con un gol capolavoro e una prestazione di sostanza e sacrificio. Proprio come accadde nella passata stagione, quando si fece immediatamente trovare pronto non appena Zaza si infortunò. Floccari c’è e i neroverdi sanno di avere un’arma in più, una prima punta dalle caratteristiche uniche in rosa che da qui alla fine potrà fare ancora molto comodo. (m.c.)

Foto Sito www.gazzettadimodena.it