SergioFloccari.it

THE OFFICIAL WEBSITE

CICLONE FLOCCARI

Europa League, Trabzonspor-Lazio 3-3: Floccari firma la rimonta

Match dai due volti. Primo tempo di marca turca coi gol di Erdogan, Mierzejewski e Paulo Henrique. Di Onazi il momentaneo 2-1. Nel secondo tempo la squadra di Petkovic cambia volto e domina. Nei minuti finali l'attaccante con una doppietta salva i suoi.

TRABZON – Una Lazio dai due volti conquista un prezioso punto nel gruppo J di Europa League sul campo del Trabzonspor, rimontando uno svantaggio di due reti in due minuti nel finale del match. Una gara in salita per gli uomini di Petkovic che nel primo tempo faticano, pasticciano e subiscono il gioco avversario. I primi 45’ si chiudono sul passivo di 3-1, complice una difesa impresentabile. Nella ripresa i capitolini fanno la gara ma non segnano. Ci pensa Floccari, subentrato a Candreva, a raddrizzare un incontro che pareva ormai perso.

UN’ALTRA LAZIO NELLA RIPRESA – La Lazio fa la partita nel secondo tempo. Un peccato se si pensa agli errori e ai primi 45’ regalati ai turchi. Ma la nota positiva è la reazione biancoceleste dopo un primo tempo che avrebbe potuto spegnere gli animi di tanti calciatori. C’è un atteggiamento diverso e il risultato è un ampio possesso-palla e un Trabzonspor tutto chiuso dietro per non subire. Ciani segna dopo una manciata di secondi ma secondo il guardalinee la palla calciata da Candreva dal corner esce nella traiettoria del cross. Al 5’ Hernanes devia di testa da ottima posizione ma Onur para. Al quarto d’ora numero a sinistra di Lulic con assist in area per Anderson che devia in porta ma Onur salva ancora.

CICLONE FLOCCARI – Al minuto 16’ arriva il primo cambio di Petkovic: fuori Candreva e dentro Floccari. Il numero 99 svaria su tutto il fronte d’attacco lasciando punta avanzata Perea. Al 20’ è Felipe Anderson a sfiorare la rete con una grande penetrazione in area e tiro sul primo palo. Onur devia palla in corner. Il portiere turco si ripete su un colpo di testa di Cana al 25’. La Lazio domina, dicevamo. Ma inizia a subire i contropiede dei turchi. Su uno di questo Alanzinho, subentrato da poco a uno svogliato Malouda, si divora il 4-1: solo davanti a Marchetti praticamente passa palla al portiere. Petkovic cambia ancora con Ederson al posto di Hernanes e Keita al posto di Anderson. Bella la prova del secondo, così così quella del Profeta. Keita sulla sinistra è decisivo. Al 38’ conquista un angolo che va a battere: in area Onur esce a vuoto e di testa Floccari fa 3-2. Passano 2’ e la rimonta è completata: ancora un assist verticale di Perea, grande inserimento in area di Floccari che con un rasoterra fa 3-3. Il Trabzonspor vacilla e rischia di perdere la gara al 3’ di recupero: Floccari lancia Biglia in area ma Onur in uscita spericolata salva sull’argentino. Finisce con un pari insperato se si pensa al primo tempo. Una prova di carattere dei biancocelesti anche se restano tutti i difetti di una difesa colabrodo che va assolutamente registrata, infortunati o no.

Fonte - sito www.repubblica.it