SergioFloccari.it

THE OFFICIAL WEBSITE

Conferenza Stampa Atene

 

Quanto pesa sostituire Klose: "Innanzitutto buonasera a tutti. Chiaramente prima di entrare nel merito di questo discorso, faccio una valutazione di squadra. Miro per noi è importantissimo a livello tecnico, calcistico ed umano. E' un grande riferimento. Ognuno di noi, quando chiamato in causa, deve però dare il 100% per il gruppo,e magari togliersi delle soddisfazioni insieme a tutti".

Visto che è calabrese ci dice cosa conosce della Panathinaikos: "Beh, si siamo più vicini (ride ndr). E' una squadra importante che sappiamo essere in difficoltà nel proprio campionato. Saranno però motivati. Sono un buon gruppo, che ha grande esperienza in campo europeo".

Rimanere anche a Gennaio: “Nel calcio penso ci sia una regola che vale per tutti. Cioè che non si può escludere nulla. L'idea di rimanere però rimane. Voglio continuare sulla strada intrapresa quest'estate”.

Atteggiamento positivo nella concorrenza. Qual'è l'aspetto prioritario nella scelta di rimanere? "Diciamo che le componenti sono state diverse. La consapevolezza di far parte di una grande squadra. A 30 anni, sicuramente, il fatto di giocare è importante. Però, la Lazio, è una squadra forte, che gioca su diversi fronti. C'è quest'esperienza meravigliosa che è l'Europa League, e in campionato si lotta. Il mio compito ora è di propormi al meglio per sfruttare al meglio le occasioni. Girare il continente con la Lazio ed affrontare Tottenham, Panathinaikos, etc. sono soddisfazioni che vanno aldilà di altri discorsi".

Quando giochi poco conta più il fisico o la mente: "Chiaramente uno cerca di mantenersi a buoni livelli durante l'allenamento, anche se la partita ti da il ritmo. L'aspetto mentale entra in gioco qui. Può darti la spinta quando manca la continuità".


Floccari il titolare di Europa League: "No. So di far parte di una grande squadra. Siamo tanti e non mi piace, anche se scherzosamente tanti lo dicono, darmi questa nomina. Qualsiasi calciatore del gruppo può diventare importante in una stagione, sia in Serie A, sia in Coppa. Il mio compito è di allenarmi al meglio, per farmi trovare punto. Lo pensavo già da quest'estate. Poi che sia Europa League, Campionato o Coppa Italia, non conta."

Fonte: (sito: www.cittaceleste.it)